La Dermatite: che cos'è e come si cura?

La Dermatite: che cos'è e come si cura?

Scritto da: farmateca Pubblicato In: Farmacia Data di Creazione: 2016-05-03 Hits: 1275 Commento: 0
Quando si parla di Dermatite, generalmente tutti sappiamo come si manifesta. Ma ne esistono diverse tipologie e ci sono delle soluzioni per prevenirla e curarla.
 

Che cos'è la dermatite?

La dermatite è una patologia che riguarda la pelle (derm- (=relativo alla pelle) e -ite (=infiammazione). Da qui, appunto, la definizione di infiammazione della pelle. La dermatite non è altro che una reazione immunitaria della pelle che, a suo modo, si difende dall'attacco di agenti esterni.

Importante è chiarire che la dermatite non è contagiosa, ma è bene curarla con attenzione, al fine di evitare ulteriori complicazioni come bruciori, pruriti, eczemi e desquamazioni. Fondamentale, risalire anche alle cause della manifestazione che ci consente di sapere se sussisono allergie ad alimenti, materiali, tessuti, ecc...

Quali sono le tipologie di dermatiti?

1. Dermatite atopica

Detta anche eczema atopico o neurodermite, dalle cause difficilmente rintracciabili. Si tende a pensare che la sua natura sia psicosomatica. Generalmente si manifesta nei bambini molto piccoli, tra i 5 ed i 7 mesi, e può rappresentare la difficoltà del momento di primo distacco dalla madre in connessione a particolari problematiche legate allo sviluppo. Frequente anche in età adulta, scompare però attorno al 30esimo anno di età. Anche per gli adulti, le cause sono sempre legate a fattori psicosomatici, quali lo stress, l'ansia, l'agitazione.

2. Dermatite da Contatto
E' abbastanza comune ed è una reazione dell'organismo a particolari allergeni con cui entriamo in contatto, come il nichel, il cobalto o alcuni coloranti.  La manifestazione di questo tipo di dermatite consiste in rossori, croste, desquamazioni e rialzamento della pelle.

3. Dermatite periorale
Si riscontra maggiormente nelle donne giovani; spesso ricondotta all'uso di cortisonici fluorurati, cosmetici, dentifrici al fluoro. Spesso è correlata con  l'acne rosacea. Compare nello specifico nella zona del viso attorno alla bocca, naso, guance e mento.

4. Dermatite seborroica
Interessa in particolar modo le aree del corpo più soggette alla secrezione di sebo, come il cuoio capelluto, l'interno delle orecchie, la zona T del viso e il torace. Si manifesta soprattutto in età adolescenziale, quando si hanno anche problemi di acne ed eccesso di sebo. Qualora dovesse esserci l'insorgenza, purtroppo le probabilità di esserne affetti anche da adulti sono decisamente elevate.

5. Dermatite erpetiforme
E' detta "dermatite di Duhring" e interessa maggiormente soggetti di sesso maschile di giovane età. Si presenta con chiazze orticarioidi contornate da piccole veschiche e bollicine che provocano un forte prurito. Somiglia nei sintomi all'Herpes Simplex, ma sono disturbi che non hanno pressocchè nulla in comune.

6. Psoriasi
si definisce psoriasi un'infiammazione cronica della pelle, recidiva, non infettiva. Le sue cause possono variare dal fattore genetico a quello ambientale. Si manifesta con placche erimatose e papule ricoperte da "scaglie" biancastre, simili a pelle secca. Generalmente colpisce gomiti, ginocchia, area lombo-sacrale e scalpo. La sua manifestazione varia da soggetto a soggetto e la cura è quindi personalizzata, include però generalmente creme emollienti e cortisoniche, preparati cheratolidici.

Quali sono i sintomi della dermatite?

Le cause e le manifestazioni sono molteplici, come appena descritto, ma in sintesi i sintomi comuni sono:

- arrossamento della pelle
- prurito
- gonfiore localizzato
- lesioni (a volte anche purulente)
- dolore della parte arrossata e che genera prurito
- papule e vesciche
- desquamazione del cuoio capelluto (in caso di dermatite seborroica). 

Quali sono le cause della dermatite?

Non esiste una sola tipologia di causa alla quale poter fare riferimento, ma sono diverse le problematiche che possono portare all'insorgenza di questa patologia:

- cause microbiche (vedi dermatiti batteriche o virali)
- cause chimiche (cosmetici, saponi, detersivi, soluzioni, prodotti, materiali, indumenti etc etc
- cause parassitarie (scatenate da parassiti della pelle)
- cause fisiche (abrasioni, ustioni, lesioni)
- cause allergiche o autoimmunitarie

Cosa fare se compare la dermatite?

Quando ci rendiamo conto di avere lesioni o chiazze che ci fanno immediatamente pensare all'insorgere di una dermatite, la prima cosa da fare è sostituite gli abituali detergenti con prodotti specifici.

Se il prurito alla cute si manifesta in forma lieve, è sufficiente sostituire l'abituale shampoo con shampoo specifici o trattamenti lenitivi. Per curare la dermatite seborroica ci sono invece dei prodotti indicati.

Se il prurito si manifesta sulla pelle del viso, utilizzate un detergente delicato per la detersione quotidiana. Applicate poi un trattamento specifico.
Se invece il prurito si manifesta sul corpo, utilizzate prodotti dermatologici specifici come La Roche Posay, Lichtena, Eucerin e Aveeno.

Qualora il bruciore e il prurito fossero molto forti e persistenti, il consiglio è poi quello di andare subito dal vostro medico curante a farvi visitare e eventualmente sarà lui a indirizzarvi dal dermatologo.